Freedom migranti

A participatory photo and video project
Un laboratorio di fotografia e video partecipativi

The "Freedom" workshop is promoted by the ‘Partaking’ association, in collaboration with the Inter-ethnic organization “3 Febbraio“ to explore the concept of freedom, based on the background and emotional experiences of the participants.

Il laboratorio “Freedom”, promosso dall’associazione “Partaking” in collaborazione con l’ Associazione Interetnica “3 Febbraio”, esplora il concetto di libertà partendo dal vissuto esperienziale ed emozionale dei partecipanti.

Involved in the workshop are a mixed group of refugees from the Ivory Coast and Italians. Together they analyze images using the "photo elicitation" technique, and film short participatory videos, during which they discuss and reflect on facing up to current issues such as the rights of individuals to move across borders.

Affrontando temi attualissimi quali le frontiere e il diritto alla mobilità degli individui, il laboratorio coinvolge un gruppo di rifugiati della Costa d’Avorio ed un gruppo di Italiani che, attraverso l'analisi di immagini “tecnica del foto stimolo”e la realizzazione di brevi “video partecipativi”, hanno avuto la possibilità di riflettere e confrontarsi sui temi emersi.

We strongly believe that social change can only take place by sharing knowledge among individuals. We feel that the participatory photography and video techniques represent very effective ways to communicate personal points of view .

Siamo convinti che il cambiamento sociale possa avvenire solo attraverso la conoscenza tra gli individui e che le tecniche di fotografia e video partecipative rappresentino un mezzo molto efficace per comunicare il proprio personale punto di vista.

The Ivory Coast boys involved in Project "Freedom" are also the protagonists in a battle to denounce the inhuman conditions inside of the Italian centers where they stayed. Their struggle for rights and freedom was supported by the ‘3 Febbraio’ association . The Guardian has written a very interesting article. For those who wish to view it follow the link below:
The The Guardian

I ragazzi della Costa D’Avorio che hanno partecipato al workshop “Freedom” sono anche i protagonisti di una battaglia che li ha visti denunciare le condizioni disumane all'interno del centro di accoglienza in cui sono stati ospitati. La loro lotta per i diritti e la libertà è stata sostenuta dall’ associazione Interetnica 3 Febbraio. "The Guardian" ha realizzato un servizio molto interessante per chi volesse approfondire:
The The Guardian

The video “En rêvant la liberté” is produced and directed by the participants of project Freedom

Il video “En rêvant la liberté” è stato realizzato dai ragazzi del laboratorio Freedom.

The video “Freedom's meaning” is produced and directed by the participants of project Freedom

Il video “Freedom's meaning” è stato realizzato dai ragazzi del laboratorio Freedom.


Copyright © PARTAKING 2016